L'attuazione dell'Industry 4.0 e la realizzazione della Smart Factory passano attraverso la digitalizzazione delle operazioni produttive. HTC ha realizzato per Dani, gruppo che esporta in tutto il mondo pelli pregiate di qualità tutta italiana, una soluzione innovativa che rende fluido il modo di lavorare in azienda, dematerializza la carta e rende disponibile i dati relativi all'avanzamento in tempo reale.

Download

Scarica la versione PDF della Storia di Successo

    Arzignano (VI), Italia

    Nata come piccola conceria a conduzione familiare, Dani S.p.A., frutto della fusione tra Gruppo Dani S.p.A. e Dani Automotive S.p.A., conta oggi circa 1.000 tra dipendenti e collaboratori.
    L'azienda, localizzata ad Arzignano (Vicenza), uno dei principali poli conciari nel mondo, produce pelli pregiate di qualità tutta italiana, per le differenti destinazioni merceologiche: automotive, arredamento, information technology, calzatura, pelletteria e abbigliamento.
    La Divisione Automotive di Dani fornisce pelli intere, tagliate e cucite per l'allestimento delle sellerie e degli inserti in pelle.

    Si tratta delle coperture dei sedili, dei volanti, del comando del cambio, della plancia e degli inserti delle portiere; produzioni in cui la quality assurance è pervasiva e la necessità di gestire in modo efficiente la carta prodotta sotto forma di modulistica è molto sentita. Il settore Home Style & Fashion è invece molto più variegato sia in termini di prodotti che di clienti. Si tratta di produttori di arredamenti, pelletteria, calzature, abbigliamento e accessori.
    In particolare negli ultimi anni Dani si è specializzata nella realizzazione di pelle per custodie di device mobile (tablet e telefoni cellulari).
    Anche qui l'osservanza del processo, la richiesta di un prodotto con caratteristiche costanti richiede molti test e la compilazione di molti moduli.

    “Oltre alla scomparsa della carta in produzione, il risultato principale è nella immediatezza della comunicazione di variazioni di schedulazione alle linee dato che i dati dell’avanzamento sono condivisi in tempo reale”.

    Innanzitutto, HTC ha chiesto al team Marketing di Dani di aiutare i keyuser a scegliere il nome del progetto; dopo aver raccolto delle proposte, è stato scelto il nome “Linkki”, che in Finlandese significa collegamento, e rappresenta sia la sequenza concatenata di lavorazioni che la pelle subisce nelle varie stazioni, sia il forte legamento dei reparti per il tramite delle informazioni sull’avanzamento di produzione.


    I dati raccolti entrano nel sistema senza manipolazioni e sono immediatamente disponibili per essere analizzati

    • Ignition contribuisce a realizzare la Smart Factory
    • Il controllo qualità diventa più efficace e più efficiente
    • Dati relativi alla produzione disponibili in tempo reale