DSF Tecnologia ha scelto eWON 4001 MPI per il telecontrollo degli impianti di cogenerazione

Paderno Dugnano (MI ) Italia - DSF Tecnologia, società di Paderno Dugnano alle porte di Milano, è un Electrical solution provider o per dirla con parole italiane, fornitore globale di soluzione e componenti per stazioni di energia. Fornisce i componenti alle società che realizzano impianti energetici ma anche molto di più: segue tutte le fasi del progetto, dallo sviluppo alla realizzazione, per concludere con la messa in opera passando attraverso la delicata discussione delle specifiche tecniche e della logica di funzionamento. "Un cliente specializzato nella realizzazione di cogeneratori a olio vegetale ci ha contattato per la realizzazione di un sistema di controllo completo per cogeneratori a olio vegetale" racconta Luca Invernizzi, responsabile commerciale di DSF Tecnologia. "Gli impianti vengono installati presso aziende energivore, che necessitano della fornitura di energia termica e elettrica prodotta dal cogeneratore per il funzionamento dell’azienda. Noi di DSF Tecnologia ci siamo occupati del quadro elettrico, della messa in servizio e del sistema di telegestione e telecontrollo con la relativa manutenzione." Un impianto di cogenerazione consente la produzione combinata di energia elettrica ed energia termica, per sfruttare al meglio il combustibile. L'energia meccanica viene in questo caso trasferita a un alternatore che produce energia elettrica, l'energia termica invece viene recuperata dai gas di scarico tramite scambiatori di calore che producono acqua calda o vapore sotto pressione.

Un cogeneratore per il risparmio energetico

Sempre ispirata dalla filosofia del risparmio energetico e del rispetto ambientale, il cliente ha fatto poi un'altra scelta virtuosa, quella di specializzarsi in una fonte rinnovabile, l'olio vegetale, che non comporta problemi di effetto serra dato che non incide sull'aumento della concentrazione totale di anidride carbonica atmosferica. Il controllo remoto e la telegestione sono sempre più diffusi e richiesti in molti settori, ma risultano addirittura indispensabili quando si tratta di cogeneratori. Infatti proprio la natura del combustibile, cioè l'olio vegetale, richiede una particolare attenzione e una manutenzione costante. Per l'impianto occorrevano dieci dispositivi di comunicazione per il telecontrollo e la scelta è ricaduta sul modello eWON 4001 MPI, distribuito da EFA Automazione. "Abbiamo scoperto eWON grazie a Internet" racconta ancora Invernizzi. "ll nostro ufficio tecnico cercava un dispositivo per il controllo remoto con alcune caratteristiche ben precise, la gestione Web Server, connettività GSM e Ethernet integrate. In particolare il nostro cliente ha avanzato la richiesta che gli storici e i messaggi di allarme potessero essere letti anche da palmare. Abbiamo preso in esame anche alcuni prodotti alternativi, ma eWON è stato quello che ci ha convinto, soprattutto per il GSM e la connettività Ethernet integrata. Era proprio quello che cercavamo!"

telecontrollo quotidiano

I parametri chiave sono controllati dal sistema su base quotidiana: ogni giorno una mail riassuntiva con lo storico viene inviata all'operatore che si occupa del monitoraggio ordinario, e può essere letta dal palmare. In caso di valori fuori misura, o di vero e proprio allarme, il sistema invia una email e un sms all'operatore che si occupa della riparazione guasti e delle emergenze. Fra i parametri che sono tenuti sotto controllo ci sono: i giri del motore, la temperatura dell'acqua e dell'olio combustibile, la potenza generata e altri ancora. "Dati da monitorare ce ne sono diversi, tutti ugualmente importanti. Facciamo un esempio: se la temperatura dell'acqua risulta troppo elevata, il motore rischia di bloccarsi. Se il generatore si blocca non produce energia e l'impianto di produzione è costretto a bloccarsi. Poi bisogna allertare un tecnico, riparare il guasto, far ripartire il generatore e ricominciare a produrre energia e finalmente anche le macchine della produzione possono ripartire. Non c'è bisogno di spiegare che sarebbe un danno economico notevole" spiega ancora Invernizzi. L'azienda cliente che ha commissionato l'impianto dipende completamente dal cogeneratore per la fornitura di energia elettrica, e quindi il monitoraggio costante dell'impianto energetico è fondamentale. In caso di emergenza, l'azienda potrebbe in alternativa acquistare energia dalla rete tradizionale Enel, ma a costi molto più alti: una perdita in ogni caso. E' quindi conveniente da tutti i punti di visti tenere il generatore sotto controllo, in modo da intervenire tempestivamente su qualsiasi valore fuori norma ed evitare così eventuali guasti e fermi macchina. "A più di un anno dalla realizzazione dell'impianto, posso dire che eWON ha risposto pienamente alle nostre esigenze, e siamo più che soddisfatti" conclude Invernizzi. "E anche con i tecnici di EFA ci siamo trovati bene. Devo dire che sia in fase di progettazione sia di installazione tutto è andato alla perfezione, e praticamente non abbiamo mai neanche avuto bisogno di assistenza. Anche l'azienda cliente che ha commissionato il generatore è molto contenta."

L'olio vegetale come fonte rinnovabile

Un olio vegetale è un olio ricavato da semi oleosi o da altre parti di una pianta. Come tutti i grassi, gli oli vegetali sono esteri di glicerina con una diversa miscela di acidi grassi, non sono idrosolubili ma sono solubili in solventi organici. Gli oli vegetali hanno diversi impieghi: l'alimentazione, l'uso come biocombustibili, l'illuminazione, il riscaldamento ambientale e la cottura dei cibi. In Italia le colture più diffuse per la produzione di olio vegetale sono, oltre agli oliveti, quelle di girasoli. L'impiego di olio vegetale per la produzione di energia elettrica e calore in impianti di cogenerazione rappresenta una novità mondo delle fonti di energia rinnovabili. Possiamo dire che per dimensioni degli impianti, capacità produttive e facilità di approvvigionamento l'olio vegetale appare la più competitiva fra le fonti rinnovabili oggi disponibili (solare, eolico, geotermico, biogas e biomasse legnose). Infatti gli impianti solari necessitano di superfici e investimenti estremamente elevati per ottenere una energia analoga, gli impianti eolici e le biomasse legnose necessitano di impianti di potenza elevata per ottenere economie di scala, gli impianti geotermici devono essere posizionati in prossimità della fonte di acqua calda disponibile e gli impianti a biogas hanno bisogno di fermentatori di grandi dimensioni. Inoltre gli impianti ad olio vegetale possono essere posizionati in qualsiasi realtà senza avere problemi di ingombro, rumorosità, odori sgradevoli o altri disturbi a eventuali realtà abitative nelle vicinanze. Anche l'aspetto economico appare interessante perché rappresenta il costo di impianto più basso per kW installato e allo stesso tempo il più remunerativo.

© EFA Automazione S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati.
Questo documento è protetto dalla legge sul copyright. La riproduzione, anche parziale, del testo e delle immagini è strettamente vietata, sia essa in formato cartaceo oppure elettronico previa autorizzazione scritta di EFA Automazione S.p.A.  

EFA Automazione S.p.A.

Via Isola Guarnieri, 13
20063 - Cernusco sul Naviglio (MI)
Tel. 02 92 11 31 80
Fax 02 92 11 31 64
info@efa.it
C.F. 09531270156 | P.IVA 00964550966

Ricerca personale

Newsletter

Vuoi ricevere notizie sulle nostre attività e iniziative? Lasciaci la tua e-mail

Iscriviti alla newsletter

Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento e per migliorarne la fruizione.
Proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.