Margen sceglie i pannelli MONITOUCH per la supervisione di due gruppi elettrogeni progettati per due centrali elettriche di nuova generazione costruite da Ansaldo Energia.

Maranello (MO), Italia - Per accendere la luce in una stanza, premiamo un interruttore. Così accendiamo anche il computer o lo stereo. E per l'accensione di una centrale elettrica? Già perché anche le centrali che producono energia funzionano grazie all'alimentazione della rete elettrica. Il principio è lo stesso, ma il processo naturalmente è più complesso. Ci vuole un gruppo elettrogeno, che adeguatamente attivato, procede ad attivare tutti gli interruttori necessari. Si chiama gruppo elettrogeno una macchina costituita da un motore termico accoppiato a un generatore elettrico, capace di produrre energia elettrica. Viene normalmente utilizzata in contesti collegati alla rete elettrica nazionale, o come fonte alternativa di alimentazione elettrica in caso di interruzione della rete in contesti di emergenza, tipicamente in sale operatorie, ospedali ecc. E naturalmente anche in una centrale elettrica, perché se per paradosso un impianto che produce energia elettrica rimane privo di alimentazione, deve essere possibile ricollegarlo alla rete nel più breve tempo possibile. Una centrale elettrica però può essere spenta e riaccesa anche per decisione del gestore del mercato elettrico, nell'ambito della gestione ordinaria. In seguito alla liberalizzazione del mercato, per esempio in Italia dal 2004 la vendita di energia elettrica viene effettuata ogni giorno per il giorno successivo ricorrendo a una contrattazione tra domanda e offerta che avviene su una piattaforma telematica, accessibile agli operatori tramite la rete internet. La "borsa elettrica italiana", come viene abitualmente chiamata, può decidere di tenere spente alcune centrali in orari o giorni in cui non sono previsti picchi di consumo.

Un progetto complesso su misura

"Ansaldo Energia ci ha contattato nella primavera del 2009 per due progetti di grandi dimensioni. Ci hanno commissionato due gruppi elettrogeni, rispettivamente per una centrale elettrica in costruzione in Italia per conto di Enel, e per un'altra in Francia per conto del fornitore francese di energia elettrica Edf. Quelle che Ansaldo ci ha chiesto sono macchine di grande complessità, non prodotti standard che abbiamo a catalogo. Ci hanno indicato esigenze e funzionalità specifiche per la realizzazione del progetto e su quelle abbiamo lavorato" racconta Giovanni Gorzanelli, presidente di Margen. Margen è una società di Maranello che da quasi mezzo secolo produce e vende in tutto il mondo gruppi elettrogeni. Sulle due macchine commissionate da Ansaldo è stato installato un pannello MONITOUCH Hakko da 8 pollici. Un altro pannello Hakko è stato installato nella sala macchine della centrale elettrica per il controllo remoto del gruppo elettrogeno. Il pannello operatore installato sul gruppo elettrogeno permette di visualizzare sia i dati raccolti dal software di supervisione della macchina, sia quelli dello SCADA che gestisce la centrale. Il software di supervisione della macchina è elaborato internamente da Margen: è stata una scelta strategica da parte dell'azienda, che voleva essere responsabile al cento per cento della manutenzione delle proprie macchine e custodire anche tutte le informazioni sul loro funzionamento. Ciascuna macchina ha una potenza di circa 1500 kVA in bassa tensione ed è chiusa in un container insonorizzato. Infatti i generatori di energia sono molto rumorosi, e il container permette di rispettare la normativa che pone una soglia di 100 decibel in qualsiasi ambiente lavorativo infatti il container in questione permette una insonorizzazione di 70 decibel a 7 metri. Il gruppo elettrogeno, opportunamente attivato, è in grado di far ripartire la centrale elettrica. Giovanni Gorzanelli ci racconta come funziona: "Se la centrale rimane senza alimentazione per motivi accidentali, o se deve essere riaccesa per decisione del Gestore, viene inviato un messaggio al gruppo elettrogeno, che è sempre presidiato. Quando arriva il segnale, l'operatore di turno che lo riceve dà l'approvazione alla procedura in un tempo di pochi minuti. La procedura, che si chiama Black Start, è già programmata e funziona in modo automatico. Si accendono gli interruttori necessari e si fa ripartire la turbina: così la centrale ritorna in funzione".

l'importanza della supervisione

Il pannello operatore MONITOUCH permette di monitorare i dati raccolti dal software della macchina, e i dati raccolti dal software della centrale elettrica. Vengono visualizzati anche dati di allarme, preallarme e anomalie. "Il software di supervisione è stato realizzato su specifica del nostro cliente Ansaldo, che ci ha indicato quali dati riteneva importante monitorare" spiega Gorzanelli. "Conosciamo i pannelli MONITOUCH da più di due anni. Il tecnico che segue questa fase dei progetti (sig. Artoni dello Studio AGT) si è trovato bene la prima volta e ha sostenuto la scelta dei pannelli Hakko anche per i progetti successivi. Sono semplici da programmare e la casa propone una gamma completa con modelli di diverse dimensioni che possono rispondere a tutte le esigenze" continua Gorzanelli. "Con EFA ci siamo trovati bene. Quando abbiamo fatto le prime installazioni, abbiamo spesso chiesto il supporto dei tecnici per tutto quello che riguarda la programmazione dei pannelli, per esempio per verificare che il programma da noi elaborato funzionasse senza intoppo. Il supporto è sempre stato puntuale e anche questo è uno dei valori aggiunti di MONITOUCH." "Margen è sul mercato da 48 anni" racconta ancora Giovanni Gorzanelli. "Abbiamo due stabilimenti, uno a Maranello e uno a Fiorano, sempre in provincia di Modena. Proponiamo una gamma di prodotti standard ma molte aziende ci cercano anche e sopratutto per macchine speciali progettate su specifica del cliente. La competenza e mezzo secolo di esperienza sono i nostri punti di forza. Questo progetto è iniziato nella primavera del 2009, quando si è concretizzata la commessa di Ansaldo. Una delle macchine è attualmente in collaudo. L'altra sarà consegnata a breve. Stiamo lavorando molto per il settore energetico, forse l'unico a non aver risentito della recessione nel 2009. Lavoriamo anche per il pubblico. E contiamo anche su una ripresa del settore manifatturiero nel 2010."

© EFA Automazione S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati.
Questo documento è protetto dalla legge sul copyright. La riproduzione, anche parziale, del testo e delle immagini è strettamente vietata, sia essa in formato cartaceo oppure elettronico previa autorizzazione scritta di EFA Automazione S.p.A.  

EFA Automazione S.p.A.

Via Isola Guarnieri, 13
20063 - Cernusco sul Naviglio (MI)
Tel. 02 92 11 31 80
Fax 02 92 11 31 64
info@efa.it
C.F. 09531270156 | P.IVA 00964550966

Ricerca personale

Newsletter

Vuoi ricevere notizie sulle nostre attività e iniziative? Lasciaci la tua e-mail

Iscriviti alla newsletter

Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento e per migliorarne la fruizione.
Proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.