Per il sistema di supervisione di un impianto fotovoltaico di grandi dimensioni è stato scelto il dispositivo di comunicazione eWON 4005 CD.

Cremona (CR), Italia - Si tratta di uno dei più grandi impianti fotovoltaici attualmente in funzione in Italia. E' stato realizzato nei pressi di Cremona da Overtech, una società che da circa dieci anni opera nel settore dell'energia solare, realizzando sia impianti di grandi dimensioni sia impianti personalizzati in base a particolari esigenze architettoniche. Per conto di Linea Energia, gruppo Lgh, società che gestisce a livello nazionale energia elettrica prodotta per il 98% da fonti rinnovabili, i progettisti di Overtech hanno elaborato il progetto dell'impianto poi realizzato e messo in opera dalla squadra di elettricisti dell'azienda stessa. Una volta ultimata l'installazione, il passo successivo è stato quello di progettare e realizzare il sistema di supervisione, realizzato su incarico di Overtech da Massimo Rebernig, ingegnere libero professionista con una lunga esperienza nell’ambito di supervisione e controllo, in particolare nel settore della produzione di energia. Sono stati installati circa 3000 pannelli per un'estensione di oltre 10000 metri quadri. L'impianto ha una potenza di picco di 500 kW pari al fabbisogno di circa 150 famiglie e garantirà una riduzione di emissione in atmosfera di CO2 di circa 350.000 kg/anno e un risparmio energetico di circa 115 tep/ anno (tonnellate equivalenti di petrolio). "L'esigenza principale dell'azienda era la possibilità di effettuare la gestione e il controllo dell'impianto da remoto tramite un comune browser come Internet Explorer, senza dover installare ulteriori software" spiega Rebernig. "Nel momento in cui mi sono messo al lavoro, tante decisioni erano ancora aperte, e presso il cliente finale l'organizzazione e la divisione dei compiti per la gestione e la manutenzione erano ancora in corso d'opera. Per questo si è reso necessario sviluppare una supervisione che desse un’ampia flessibilità circa gli eventuali sviluppi futuri. Pertanto, uno dei criteri di scelta dei dispositivi dedicati alla supervisione è stata la scalabilità del sistema. Proprio in questa prospettiva, i dispositivi eWON risultavano la soluzione ideale per la loro concreta flessibilità."

eWON comunica con tutti

Il sistema di supervisione di un impianto fotovoltaico di grandi dimensioni ha una significativa quantità di dati da monitorare, con criticità e problematiche specifiche che sono diverse da quelle presentate da altri impianti di produzione energetica. Innanzitutto, una caratteristica peculiare è quella di dover monitorare variabili di processo provenienti da dispositivi distribuiti su superfici di ampie dimensioni. Per garantire l’efficienza dell'impianto è necessario monitorare ogni corrente di stringa, occorre perciò realizzare una rete di comunicazione dati articolata su nodi distribuiti, siano essi Inverter o quadri di campo (String Box) posizionati in diversi punti chiave dell’ impianto stesso. Ciascun quadro di campo comunica con i relativi inverter e questi ultimi tra di loro. Il dispositivo eWON raccoglie e rielabora i dati e permette la supervisione dell’impianto, gestendo sinottici grafici, data logging & trending. "Il primo problema da risolvere, che ha orientato la mia scelta, è stato quello di far dialogare correttamente il sistema di supervisione con i dispositivi scelti dall'azienda. Questa è proprio una caratteristiche chiave dei dispositivi eWON, la compatibilità con tutti i prodotti di automazione diffusi sul mercato e l'estrema flessibilità nella comunicazione industriale" spiega Rebernig.

Un sistema di comunicazione complesso

“Un'altra questione fondamentale legata direttamente alle dimensioni dell'impianto è quella dell’organizzazione delle interrogazioni delle variabili di processo in campo. Si tratta insomma di gestire al meglio il traffico delle comunicazioni per evitare colli di bottiglia, soprattutto quando la raggiungibilità via internet dell’impianto si appoggia sulla rete dati GPRS. "Proprio per questo motivo, è stato necessario un lavoro di ottimizzazione dei parametri del dispositivo eWON al fine di stabilizzare l’applicazione di supervisione, consentendo il corretto funzionamento di un progetto così corposo attraverso il protocollo dati GPRS. “In questa fase è stata preziosa la collaborazione dei tecnici di EFA Automazione che distribuisce in Italia i dispositivi eWON e posso affermare che le competenze dei tecnici e l'assistenza post vendita sono state davvero eccellenti."

Funzionalità personalizzate

Una volta poi che il sistema di supervisione è stato installato e messo in servizio, è seguita una fase di Test Drive Communication e di Debug. Un sistema di comunicazione deve essere sempre testato in modo approfondito in fase di messa in servizio, poiché ci sono sempre settaggi e aggiustamenti da fare per rendere la supervisione completamente efficiente. Si tratta di un risultato ottimo, spiega Rebernig, per un sistema di supervisione embedded. I dati monitorati vengono visualizzati via web attraverso un comune browser il quale accede a un web server integrato nel dispositivo eWON che ospita un motore SCADA embedded semplice ma flessibile e potente. E' una opzione del modello di punta dei dispositivi eWON, il 4005 CD.

Scommettere per il futuro

"Questa funzionalità opzionale è risultata utilissima, perché ha permesso di tagliare i costi di un software SCADA dedicato. Gli operatori si possono collegare da remoto attraverso connessioni sicure VPN, ciò significa che solo le postazioni autorizzate vengono messe in collegamento con il dispositivo eWON. Caratteristica questa" sottolinea Rebernig “estremamente vantaggiosa in termini di sicurezza dei dati. Sono previsti naturalmente anche tutti i livelli standard di protezione, con password e identificazione utente.” L'impianto è entrato in funzione nel dicembre 2008 e per Linea Energia è stata una scelta innovativa, una scommessa per il futuro. Il sistema di supervisione è stato ultimato e messo in servizio all'inizio del 2009. "In Italia la possibilità di realizzare impianti fotovoltaici è un'occasione da non perdere, perché le caratteristiche geografiche del nostro paese sono ottime, soprattutto nelle regioni del sud e nelle isole. Per generare corrente infatti serve soprattutto tanto sole" conclude Rebernig. "Vedo comunque che nonostante le difficoltà economiche del momento tanti progetti sono stati intrapresi e mi sembra che ci stiamo avviando nella direzione giusta."

© EFA Automazione S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati.
Questo documento è protetto dalla legge sul copyright. La riproduzione, anche parziale, del testo e delle immagini è strettamente vietata, sia essa in formato cartaceo oppure elettronico previa autorizzazione scritta di EFA Automazione S.p.A.  

EFA Automazione S.p.A.

Via Isola Guarnieri, 13
20063 - Cernusco sul Naviglio (MI)
Tel. 02 92 11 31 80
Fax 02 92 11 31 64
info@efa.it
C.F. 09531270156 | P.IVA 00964550966

Ricerca personale

Newsletter

Vuoi ricevere notizie sulle nostre attività e iniziative? Lasciaci la tua e-mail

Iscriviti alla newsletter

Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento e per migliorarne la fruizione.
Proseguendo nella navigazione acconsenti all’uso dei cookie.